sabato 21 aprile 2018

FACHWERKHAUSER

FACHWERKHAUSER

sabato 21 aprile 2018


Sono stata più di una volta in Germania , nella Bassa Sassonia e
durante il mio girovagare mi hanno molto incuriosito ed  affascinato
le case a graticcio che si osservano nei centri storici delle città.


case-a-graticcio-abitazioni-medioevali-della-germania



Fachwerkhauser
 

vengono chiamate queste abitazioni  che hanno una struttura portante lignea a vista.
Sono costituite da travi, montanti e diagonali che disegnano sulle facciate uno scheletro costruttivo che le caratterizza architettonicamente con quell' aspetto a graticcio che rende particolari ed uniche queste abitazioni del Medioevo .

Esse si svilupparono in una così grande varieta di forme ed  intrecci che in effetti è difficile trovare  due case fachwerk uguali .

Purtroppo nel '700 il diffondersi del gusto neoclassico portò ad imporre una sostituzione delle case in legno con case in pietra e si impose la copertura dello scheletro ligneo con intonaci per nascondere il suo graticcio considerato poco elegante ed armonico ;

per fortuna con la riscoperta e rivalutazione del periodo medievale si è provvedeuto a ripulire questi edifici dagli intonaci e a liberare e restaurare l'intelaiatura visibile dandoci la possibilita di ammirare queste splendide facciate.



case-a-graticcio-abitazioni-medioevali-della-germania



 
fachwerkhauser-le-case-a-graticcio-in-germania




fachwerkhauser-le-case-a-graticcio-in-germania




fachwerkhauser-le-case-a-graticcio-in-germania





fachwerkhauser-le-case-a-graticcio-in-germania




fachwerkhauser-le-case-a-graticcio-in-germania

                                                                       

facciate bellissime e particolari  !


Un abbraccio a voi 

Eli

venerdì 6 aprile 2018

EUFORBIA MILII OVVERO LA PRIMAVERA E' ARRIVATA

EUFORBIA MILII OVVERO LA PRIMAVERA E' ARRIVATA

venerdì 6 aprile 2018


Questa primavera è arrivata astronomicamente 
ma non nella sostanza.

Il tempo è così incerto e l'aria ancora rigida
ma la natura si sta risvegliando e il mio terrazzino,
che io chiamo pomposamente  my garden,
incomincia a riempirsi di colori !


piante-grasse




Oggi vi presento una pianta grassa...
lo sapete che le adoro ❤
ma questa è così particolare ed in tema con la festività appena trascorse:

la CORONA DI CRISTO ma il nome scientifico è 
EUPHORBIA MILII

è una pianta grassa quindi adatta al clima caldo ed asciutto ma ama essere innaffiata regolarmente  e questo le permette uno sviluppo migliore rendendola di un bel colore verde brillante e soprattutto con tanti bei fiori. 

Ama posizioni luminose ed anche con sole diretto  
ma teme il freddo intenso e quindi attenzione alle gelate notturne
pertanto in inverno è meglio metterla in zone più riparate altrimenti può morire.





euforbia-milli-corona-di-cristo



Ha bei fusti eretti e ramificati che portano grosse spine 
da cui il nome, perchè fa riferimento alla corona di spine 
che portava Gesù durante la crocifissione.



euforbia-milli-corona-di-cristo





euforbia-milli-corona-di-cristo



mentre belle foglioline verdi si concentrano alla sommità dei rami intorno ai piccoli fiori che possono essere rossi,rosa o bianchi.




fiori-della-euforbia-milli-corona-di-cristofiori-della-euforbia-milli-corona-di-cristo





pianta-grassa-chiamata-spina-di.cristo



       che la primavera avanzi 
                                               a ridestare i nostri giardini 

                                                                                                 Eli

sabato 31 marzo 2018

LA PASTIERA DOLCE TRADIZIONALE DELLA PASQUA

LA PASTIERA DOLCE TRADIZIONALE  DELLA  PASQUA

sabato 31 marzo 2018


Il profumo della festa di Pasqua per noi campani è associato al profumo 
della nostra pastiera .



ricetta-della-pastiera-dolce-pasquale



Come vuole la tradizione si prepara  di solito il giovedi santo 
in modo che sia pronta per essere gustata la domenica di Pasqua.
La pastiera è un dolce che va consumato freddo e deve riposare qualche giorno in modo che tutti gli ingredienti si uniscano in un'armonia di sapori .

Io amo preparare i dolci legati  alle  nostre tradizioni e aspettare la festa significa preparare il dolce per la famiglia e diffondere il suo profumo per casa 
e poi di solito se ne prepararo tante ,
perchè si regalano alle persone care, agli amici.

questa è la ricetta che utilizzo :


 per la frolla
  • 500 gr di farina
  • 200gr di zucchero
  • 200 gr di burro
  • buccia grattugiat di limone 
  • 3 uova 
per la crema di grano
  •  gr. 560 di grano cotto ( è la dose venduta in barattolo )
  • 300 ml di latte 
  • 40 gr. di burro
  • buccia di limone o arancia  
  • 700 gr di ricotta
  • 600 gr di zucchero
  • tre uova + 2 tuorli
  • 2 bustine di vanillna
  • 2 fialette di fior d'arancio
  • un pizzico di cannella
  • canditi a pezzetti ( cedro e arancia)
  procedimento


- preparate la frolla il giorno prima e conservatela in frigo avvolta in pellicola


ricetta-pastiera-napoletana


- fate cuocere il grano sul fuoco con il latte, il pezzetto di burro e la buccia di agrumi per circa 30 min . fin quando diventa cremoso
- fate raffreddare il composto
- a parte setacciare la ricotta e lavorare con lo zucchero e poi con le uova
- aggiungere al composto il grano freddo
- incorporate vanillina , cannella, fior d'arancio e canditi


ricetta-della-pastiera-dolce-della-tradizione



- si procede a stendere la frolla nelle teglie ( utilizzare le classiche in alluminio a bordi svasati alti circa 4/5 cm )
- si copre poi con strisce di frolla disposte a creare dei rombi 
- si cuoce in forno statico a 160° per circa 1 ora e 40 min. 
- sfornare e consumare dopo due giorni 


ricetta-pastiera





 
Il trucco di una buona riuscita è di effettuare una cottura lenta per consentire ai sapori di amlgamarsi bene e di controllare spesso il dolce affinchè la frolla sia dorata al punto giusto ma non bruciata.




dolci-tradizionali-della-pasqua-la-pastiera



+realizzare-la-pastiera-dolce-pasquale





  Felice Pasqua a voi tutti


Eli 



sabato 24 marzo 2018

COME DECORARE UOVA PASQUALI IN PLEXIGLASS

COME DECORARE UOVA PASQUALI IN PLEXIGLASS

sabato 24 marzo 2018


amiche creative
c'è aria di festa...
la Pasqua si avvicina e si respira anche in tante piccole cose 
come quella di decorare la vostra casa  e renderla allegra e vivace ;

magari avete pensato di decorarla con tante belle uova realizzate da voi
ma non avete molto tempo o non siete molto pratiche

non scoraggiatevi !
potete personalizzare la vostra casa con decorazioni handmade
seguendo questo piccolo tutorial in cui vi mostro come realizzare 
uova decorate con festosi colori primaverili e nastri colorati.


come-realizzare-decorazioni-su-uova-in-plexiglass


 
occorrente :

  • uova in plexiglass di varie misure
  • colori metallici in tubetto
  • nastri colorati
  • colla 

il procedimento è molto semplice basta prendere le due parti dell'uovo e dipingerle separatamente usando il colore direttamente dal tubetto ( io ho usato i colori Angel di stamperia ma va bene qualsiasi colore che sia contenuto in un tubetto con beccuccio )


potete creare dei rami a cui aggiungerete dei fiori che possono essere anche dei semplici puntini o piccoli petali a seconda della vostra fantasia




decorazioni-pasquali-uova-in-plexiglass


ad asciugatura unite le due metà dell'uovo e applicate un nastrino con colla trasparente ( io uso la colla uhu che non si vede e non macchia il nastro )

il nastrino va abbellito con altri fiocchi dello stesso colore o in colori contrastanti


come-decorare-le-uova-per-la-pasqua

si appendono poi le uova a dei semplici rami inseriti in un vaso 


ecco la vostra originale  decorazione pasquale 
fatta a mano


come-realizzare-un-albero-pasquale-decorato-con-uova





buona decorazione 

Eli

venerdì 16 marzo 2018

SEGNALIBRO FAI DA TE CON LA TECNICA WIRE WRAPPING PER LA FESTA DEL PAPA''

 SEGNALIBRO FAI DA TE CON LA TECNICA WIRE WRAPPING PER LA FESTA DEL PAPA''

venerdì 16 marzo 2018



Da mio padre ho imparato ad amare i libri!

Nella casa della mia infanzia c'era una grande libreria e c'è tutt'ora ...
tanti libri colorati e altri austeri, piccoli e grandi,
e noi figlie siamo cresciute con questa presenza accanto a noi... i libri .


E' inevitabile che pian piano ti avvicini a scoprire cosa contengono e d'improvviso
ti si apre un mondo sconosciuto .

Una libreria certamente non poteva mancare nella mia casa di adulta ed anche se lo studio è piccolo, la mia bianca libreria lo arricchisce e lo rende un ambiente caldo e rilassante dove posso continuare a scoprire tanti mondi diversi con i miei adorati libri .

I libri ci aiutano ad imparare, a scoprire, a sognare e a capire anche noi stessi!

Per questo in occasione della  festa del papà ho pensato di realizzare un segnalibro handmade da regalare ad un papà amante della lettura e dirgli grazie per questo mondo fantastico che ci ha fatto conoscere.


segnalibro-festa-papà-tecnica-wire-wrapping


per realizzarlo usiamo la tecnica wire wrapping che permette di realizzare bijoux e altri piccoli oggetti semplicemente usando il filo metallico  che viene sagomato ed unito senza saldature semplicemente con l'avvolgimento del filo da  wire (filo ) e wrapping ( avvolgimento )



segnalibro-fai-da-te
segnalibro-fai-da-te 





















--- prendiamo del filo metallico e con le pinze di bigiotteria, lo  pieghiamo in due e lo sagomiamo  intorno ad una perlina;
--- poi una estremità viene piegata quasi a creare una specie di braccio che si appoggia al dorso del libro mentre l'altra estremità sarà più lunga a creare il corpo del segnalibro .



realizzare-un-segnalibro-fai-da-tecome-realizzare-un-segnalibro-fai-da-te-tecnica-wire-wrapping
























realizzare-un-segnalibro-fai-da-tesegnalibro-fai-da-te
























segnalibro-fai-da-te-wire-wrappingsegnalibro-fai-da-te







come-realizzare-un-segnalibro-fai-da-te-tecnica-wire-wrapping



facile facile da realizzare ma vi assicuro molto efficace come segnalibro perchè si appoggia al dorso e non si muove e poi...ha una linea essenziale che sicuramente piacerà ad un papà



auguri a tutti i papà


Eli

martedì 13 marzo 2018

CESTINO PORTAOVETTI

CESTINO PORTAOVETTI

martedì 13 marzo 2018



Durante le festività pasquali io amo spargere per casa uova e ovetti ,
sia realizzati da me come questi qui,
sia golosi ovetti di cioccolato .

Qualche anno fa  ho realizzato dei piccoli cestini all'uncinetto per contenere gli ovetti ...qui...
quest'anno invece vi propongo un'operazione di riciclo creativo  .

Sicuramente vi capita di avere in casa un vecchio cestino che non vi piace più e
non sapete come riutilizzarlo ;
ecco vi mostro come con piccoli accorgimenti può diventare un simpatico cestino pasquale 
per riporre golosi ovetti di cioccolato
ma anche da utilizzare per tutta la primavera con tante caramelline colorate .




come-riciclare-un-vecchio-cestino-per-realizzare-un-cesto-pasquale-portaovetti



occorrente:

  • cestino da riutilizzare
  • nastro
  • merletto o pizzo
  • pannolenci colorato
  • forbici
  • colla a caldo 
  • perline 

con il nastro e il merletto rendiamo piu allegro il nostro cestino applicando il nastro con colla a caldo o semplicemente facendolo passare attraverso gli spazi presenti nel cesto;


come-riciclare-un-vecchio-cestino-per-realizzare-un-cesto-pasquale-portaovetti





riciclo -creativo-per-realizzare-un-portaovetti-di-pasqua


con forbici e pannolenci creiamo dei piccoli fiori e anche steli d'erba e incolliamo il tutto
su un lato del cesto

con le perline realizziamo la parte centrale dei fiori e poi...


come-riciclare-un-vecchio-cestino-per-realizzare-un-cesto-pasquale-portaovetti





riciclo -creativo-per-realizzare-un-portaovetti-di-pasqua



non ci resta che riempirlo di golosi ovetti 😋


Eli

mercoledì 28 febbraio 2018

POLPETTE VEGETARIANE CON MIGLIO E VERDURE

POLPETTE VEGETARIANE CON MIGLIO E VERDURE

mercoledì 28 febbraio 2018



oggi prepariamo le polpettine di miglio
si si avete capito bene ... proprio il miglio che si dà agli uccellini  😁
non sono ammattita !


ricette-vegetariane-polpette-di-miglio



Come pochi forse sanno, il miglio è un ottimo cereale che veniva consumato anche dai nostri nonni ma attualmente quasi dimenticato;
ha ottime proprietà perchè è ricco di sali minerali , calcio magnesio potassio, ferro, silicio e vitamine del gruppo A,B,E ;
è facilmente digeribile ed è anche senza glutine quindi adattissimo agli intolleranti e per i suoi costituenti è molto indicato in casi di astenia perchè energizzante e ricostituente;
insomma fa bene al nostro organismo!
ma a dirvi tutta la verità io lo utilizzo come valida alternativa alla carne per creare delle gustose ricette vegetariane

procedimento:



ricette-vegetariane-polpette-di-miglio


cuociamo il miglio in acqua ,circa 20 min. e lo scoliamo 
poi uniamo un uovo, sale, pepe e a parte facciamo stufare in padella le verdure che abbiamo a disposizione...
io ho preparato zucchine con peperoni secchi,
le mescoliamo al miglio  e prepariamo delle polpette che passeremo nel pangrattato e infine in olio bollente per la cottura .

Le polpette sono pronte,ottime servite con una delicata insalatina di valeriana.


Buona creatività in cucina
dalla vostra
Eli